Tapio Wirkkala at the Glass Museum

Dal 7 maggio al 29 settembre 2019 Murano e il contemporaneo Mostra di TAPIO WIRKKALA nel Museo del Vetro di Murano, Venezia.


Tapio Wirkkala (1915-1985) è stato uno dei grandi nomi dell'età d'oro del design finlandese. Ha padroneggiato molti materiali ed elementi sia come scultore che come designer industriale e grafico. La varietà del suo lavoro spazia dai francobolli ai monumenti, dai gioielli ai mobili. Utilizzò un vasto assortimento di materiali, dall'argento alla plastica, dal compensato alla porcellana. Il suo talento nel trasformare gli elementi naturali e la sua capacità di concettualizzare capolavori di design hanno reso il suo lavoro famoso in tutto il mondo.

Wirkkala è considerata un'icona della pubblicità in Scandinavia, ma è molto conosciuta anche in Italia. T Quest'anno la Fondazione Musei Civici di Venezia presenta una mostra incentrata sul materiale che è stato fin dall'inizio al centro dell'attività di Wirkkala: il vetro. Ma la rassegna comprende anche alcuni dei suoi progetti iconici che utilizzano altri materiali. La mostra è curata dal designer finlandese Harri Koskinen e dall'architetto italiano Marco Romanelli, creando un dialogo di prospettive tra Finlandia e Italia. Collaborando con la vetreria Iittala da oltre quarant'anni, il lavoro di Wirkkala spazia da set di bicchieri semplici, geometrici ma raffinati per l'uso quotidiano a bicchieri unici ed artistici realizzati con le più diverse tecniche artigianali. Ha inoltre progettato un'ampia gamma di oggetti industriali in vetro, come lampade e contenitori in vetro. Molte delle sue creazioni sono ancora prodotte e disponibili oggi.


A Murano Wirkkala lavorò con Venini dagli anni Sessanta in poi. Le tecniche tradizionali ed i colori forti tipici di Murano lo portarono a creare un'altra serie di capolavori assoluti ancora oggi molto conosciuti . I suoi progetti sono stati esposti più volte in Finlandia e nel resto del mondo. Ha ricevuto numerosi premi nel corso della sua carriera, tra cui diversi premi alla Triennale di Milano. Le sue opere si trovano nelle collezioni di importanti musei di design internazionali.


Crediti: Museo del Vetro

lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati